Siti
Offerte Hotel

Il Coltello da Cucina

Il coltello, che tutti conosciamo e maneggiamo nella vita quotidiano, è un utensile di uso manuale dotato di una lama e di un'impugnatura.
Abituati a vederlo ogni giorno, sempre presente sulle nostre tavole, spesso non pensiamo alle origini antichissime di questo utensile, infatti, gli antropologi ritengono che il coltello sia stato uno dei primi attrezzi inventati dagli esseri umani. Ovviamente, i tempi sono cambiati ed i coltelli di oggi, come si può ben vedere, sono ben lontani dalle pietre di ossidiana affilate usate dai nostri antenati.
Ad oggi, le lame sono infatti di acciaio, che ha sostituito materiali come il rame, il bronzo ed il ferro, ed assumono forme e caratteristiche diverse a seconda del modello e della funzione per il quale viene fabbricato.
Nel corso del tempo si sono modificati ed adattati i materiali utilizzati per fabbricare i coltelli ed anche i modelli hanno subito varie evoluzioni portando alla diversificazione di ben 4tipi di coltelli.
Ma ora vediamo con più precisione le diverse parti che lo compongono:
MANICO: rappresenta l'impugnatura, ossia la parte del coltello che, grazie ad una protezione, viene impugnata. Il manico permette infatti di impugnare il coltello e dunque di poterlo utilizzare in tutta sicurezza. I materiali con cui viene fatto sono diversi (legno, osso, corno, pietra) e possono variare a seconda del modello, dell'utilizzo o delle necessità e dei capricci di chi lo utilizza; tuttavia, oggi, il manico dei coltelli da cucina viene solitamente fatto in plastica che associa comodità e sicurezza a un costo minore. Il manico può presentarsi liscio e semplice anche se, solitamente, nella parte finale, dove poi ha inizio la lama, presenta una specie di gradino in rilievo per garantire una maggiore sicurezza nel caso in cui la mano scivoli sull'impugnatura. Altra particolarità che i manici possono talvolta presentare sono delle piccole 'cunette' che fungono come sicuri appoggi antiscivolo per le dita.
Il manico, nei coltelli che presentano una maggiore elaborazione, è spesso sede di decori ed incisioni a semplice scopo decorativo.
LAMA: è la parte fondamentale del coltello, quella che, materialmente, taglia i nostri cibi. Oggi viene fatta solitamente in acciaio ma le lame forgiate da artigiani o su commissione posso essere anche di altri materiali, a volte curiosi ed insoliti, come la ceramica. La parte tagliente può essere liscia oppure presentare una seghettatura, più o meno accentuata, a seconda dell'utilizzo per cui è stata forgiata. Alcuni coltelli poi, molto rari nelle nostre cucine, vengono chiamati ' a doppio taglio poiché la lama dispone di una perfetta affilatura, in grado di tagliare, sia sul lato superiore che su quello inferiore. Come per il manico, anche la lama può presentare incisioni e motivi ornamentali che, tuttavia, sono assai rare nei coltelli da cucina. In fondo si sa: noi casalinghe non amiamo i fronzoli, un buon coltello che tagli alla perfezione è tutto quello che chiediamo.
CALCAGNO: è la parte della lama che, posta vicino al manico, ha la funzione di tagliare anche i cibi di dimensioni maggiori. Per utilizzarla, quando ciò che tagliamo è troppo largo, sarà sufficiente esercitare una pressione maggiore.
PUNTA: è la parte finale della lama, dove questa finisce, appunto, con la tipica forma di una punta. Forse è anche la parte più pericolosa del coltello, ma è ideale per forare con precisione o tagliare cibi molto piccoli o delicati.
Come abbiamo ripetuto fino ad ora, i modelli e la forma della lama e del manico di un coltello variano a seconda dell'utilizzo; per fare un esempio, possiamo dunque citare: i comuni coltelli da cucina, i coltelli per affettare, i coltelli per disossare, i coltelli multifunzione e quelli per sbucciare.
Ovviamente, questi sono solo alcuni esempi poiché le varietà di coltelli utilizzati nelle nostre cucine sono molto di più e variano a seconda del tipo di cibo che si desidera tagliare.

Visita anche: Forni a Microonde - Tostapane - Macchine Caffe - Friggitrice -